giovedì 2 agosto 2007

Alla scoperta della Sanremo sotterranea. Ecco cosa c'è sotto la città

Scas Sanremo
SANREMO (IM). Cavità artificiali, alvei naturali, cunicoli segreti e fortificazioni intrise di storia per scoprire una città sotto la città. E’ quello che, con tanta curiosità (e, permettete, con una buona dose di fegato) a Sanremo i ragazzi dell’associazione Scas sono riusciti a realizzare con le loro spedizioni urbane sotterranee.
Rivelazioni mozzafiato che anche il sanremasco più radicato forse non conosce e che risalgono, da non crederci, al Medioevo come un monastero di suore clarisse che nel 1673 aveva sede sotto (a 6 metri di profondità) l'attuale posteggio dei motorini di piazza Colombo, convento raso al suolo e dalle cui recenti ceneri belliche venne costruita una caserma.

A rischio il leccio di Napoleone


Stefano Rapetti
CASTELLARO (IM). Il primo dei cinque lecci (dichiarato albero monumentale dal corpo Forestale dello Stato) che si stagliano nel cielo del Piazzale del Santuario della Madonna di Lampedusa a Castellaro è a rischio
A darne annuncio è il fitoiatra e fitopatologo Stefano Rapetti, considerato il più famoso tecnico di tutta la Regione. L’età stimata della pianta è di circa 400 anni, approssimativamente la stessa del Santuario. 

Clicca QUI