domenica 13 ottobre 2013

Il memoriale ‘Una Vita vissuta…a Sanremo’ del sanremese Augusto De Gregori ora è un libro!

Elio Marchese e Agostino 'Augusto' De Gregori
SANREMO (IM). Da poco arricchito da diversi nuovi capitoli e adesso concretizzato in un piacevolissimo libro cartaceo, per la città matuziana l’opera del sanremese doc Agostino ‘Augusto’ De Gregori, ‘UnaVita vissuta…a Sanremo’ ora riveste un preziosissimo ruolo, quello di patrimonio culturale, poiché autentico spaccato di una Sanremo dei decenni scorsi.

Il lavoro, poco più di un centinaio di pagine, è stato presentato nella sua completezza sabato 12 ottobre negli splendidi atri affrescati dello storico Palazzo Spinola, in Piazza dei Dolori dallo stesso Augusto affiancato dal conosciuto architetto e artista Elio Marchese. Insieme a loro, confusi tra i presenti all’evento in una sala gremita, molti amici di quei tempi, alcuni dei quali tutt’ora attivi nella Compagnia Stabile Città di Sanremo. A fare, infatti, da traghettatori nel coinvolgente incontro-amarcord, anche Sandro Ammirati, Aldo Bottini, Ninetto Silvano e Franco D’Imporzano.














“Il volumetto - commenta De Gregori in un’alchimia di note nostalgiche e straordinaria fierezza per la fortuna d’esser stato tra i protagonisti di quegli anni - racconta in prima persona, la mia, il vissuto sanremese tra privato e creatività, dagli anni 30’ fino ai giorni nostri, snocciolando, in reali e minuziose descrizioni, luoghi, abitudini, ma anche le goliardate tra gruppi di giovani, o meglio di bonarie ‘bande rivali’, dei vari quartieri della Sanremo che fu, e quei primi eventi cittadini di un dopoguerra dalle belle speranze”.

Tra le pagine è facile così farsi entusiasmare da giochi semplici, da strada, tra i caruggi: le biglie di terracotta (e più tardi in vetro) recuperate dalle bottiglie di gazzosa, a-a-ciàtà (nascondino) senza scordare la pimpirinella (lippa) o patta velenüsa. divertimenti ‘alla buona’ ma che sapevano aggregare.
unavitavissutaasanremo augustodegregori 12ott2013 2 unavitavissutaasanremo augustodegregori 12ott2013 4
Quante ne ha combinate Augusto con suo Gruppo Gnè’! E quanti ricordi menzionando chi Sanremo l’ha fatta anche un po’ con i propri curiosi modi di essere: da Batì Fibia alla Canta e Sciuscia passando per u Verezèncu e u Marinèncu (i dazieri)...

Echi di sapori antichi, racconti, fatti realmente accaduti che rappresentano quell’inestimabile memoria che ci permette di vivere con consapevolezza ciò che siamo oggi. Un memoriale - in cui campeggiano anche foto originali nonché numerose poesie e magnifici quadri pittorici (autentici fermoimmagini dell’epoca firmati dallo stesso Augusto che ha così dimostrato indubbie e poliedriche doti artistiche) - da leggere tutto d’un fiato, rammentando, in ogni istante, che quegli aneddoti sono la nostra storia.
unavitavissutaasanremo augustodegregori 12ott2013 3 unavitavissutaasanremo augustodegregori 12ott2013 6
Realizzato grazie all’impegno di Francesco Mirante (genero di Augusto) a cui per questo il progetto è dedicato, il volume ‘Una Vita vissuta…a Sanremo’ di Augusto De Gregori è reperibile presso l’edicola sotto al portico di Via Palazzo, la libreria Ipazia in Via Corradi 64, o richiedendolo alla mail mirantefrancesco@libero.it


L’opera è anche online, pubblicata ‘in esclusiva’ - su concessione dello stesso Augusto De Gregori - sul Portale di Informazione Positiva del Ponente Ligure e non solo SANREMOBUONENOTIZIE.IT (sezione SPECIALI) già da marzo 2010 nel primo adattamento, e oggi nella versione completa; link diretto: http://www.sanremobuonenotizie.it/2012/index.php?option=com_content&view=article&id=180&Itemid=45)


Clicca QUI